Provincia di Prato: finanziamenti per le abitazioni ad efficienza energetica.

Scritto da il 7 aprile 2011
Provincia di Prato: finanziamenti per le abitazioni ad efficienza energetica.

Chi è proprietario o affittuario di un’abitazione in provincia di Prato ha la possibilità di ricevere un aiuto economico per finanziare i lavori di miglioramento dell’efficienza energetica dell’ immobile.

Chi può presentare domanda
Possono presentare domanda i proprietari di immobili destinati a civile abitazione.
Il bando però è aperto anche agli affittuari e a coloro che hanno un contratto di commodato.
Non sono ammesse domande presentate da associazioni, fondazioni, circoli, ecc.; sono escluse anche le residenze che sono sede legale di imprese e sede di attività di liberi professionisti.

Tipologia di lavori finanziabili

Il bando finanzia questo tipo di interventi:

– interventi sugli impianti termici

  • sostituzione caldaia con caldaia a gas a condensazione
  • sostituzione caldaia con impianto termico alimentato a biomasse
  • sostituzione scaldabagno elettrico con scaldabagno a gas
  • installazione valvole termostatiche
  • installazione di pannelli solari termici
  • installazione di dispositivi di regolazione degli impianti

– interventi sull’involucro edilizio:

  • coibentazione dei cassonetti
  • coibentazione delle pareti fra radiatori e pareti esterne
  • sostituzione dei serramenti (vetri e infissi)
  • sostituzione delle porte di ingresso che separano l’alloggio dall’esterno  (sono quindi escluse le porte che danno accesso verso i pianerottoli condominiali)

Il contributo non può essere cumulato con altri tipi di aiuti o incentivi, statali o regionali, per lo stesso intervento.
Ad esempio se  in un’abitazione si realizzano lavori per l’isolamento dall’edificio (isolamento dell’involucro edilizio) e si è ottenuto la  detrazione del 55%, non si potrà richiedere per lo stesso intervento l’aiuto economico previsto da questo bando .
Il bando inoltre è rivolto ad edifici residenziali esistenti in cui si interviene per il miglioramento  dell’efficienza energetica. Non è pertanto possibile finanziare opere in edifici in fase di costruzione.

Come accedere al finanziamento
Per accedere alla richiesta di finanziamento è necessario presentare, entro i termini previsti, domanda insieme ad un preventivo dei lavori che si desidera realizzare, accompagnata da un’analisi energetica o dall’Attestato di Qualificazione Energetica dell’immobile.
Nel caso in cui la persona che presenta la domanda non sia il proprietario dell’immobile, occorre allegare anche il nullaosta del proprietario ai lavori.
Se la domanda è accettata, dopo aver effettuato i lavori, il richiedente dovrà presentare richiesta di liquidazione del contributo insieme alle quietanze di pagamento dei lavori effettuati. Non saranno rilasciati contributi per lavori eseguiti prima della pubblicazione del bando.

Caso particolare di beneficiario:  I condomini
Il bando prevede la possibilità di fare domanda anche ai condomini.
Per quanto riguarda gli interventi finanziabili realizzati dai condomini questa misura prevede delle modalità particolari e limita un po’ il raggio di azione, restringendo le tipologie di lavori ammessi al contributo.
Infatti  prevede soltanto il finanziamento per la sostituzione degli impianti termici condominiali con impianti termici a gas a condensazione alimentati da combustibili gassosi.

Le domande dovranno essere presentate entro il 27 giugno 2011.

Per informazioni su Audit energetici, Attestato di Qualità Energetica, presentare domanda o ulteriori chiarimenti sulle possibilità di contributi  scrivete a:  elisa@spazisostenibili.it

Ti piace questo post? Segnalalo e condividilo con i tuoi amici.

« Legge Regione Toscana sul Fotovoltaico a terra
Cosa succede con il Decreto Romani per gli impianti in corso? »